Il tè può essere un grande piacere ma se non lo si conosce si perdono anche le molte azioni benefiche che esso svolge nel nostro organismo. Innanzitutto il tè è famoso per le proprietà che attengono alla sua capacità di concentrazione e allo stesso tempo di relax. Fin dall’antichità la bevanda tratta dalla pianta selvatica di tè, la Camellia Sinensis, è stata tenuta in grandissima considerazione perché possedeva proprietà dissetanti, rigeneranti,  stimolanti. Per i monaci buddisti era un grande aiuto nelle loro pratiche di meditazione: allontanava gli stimoli della fame e la sensazione di stanchezza, aiutava a restare svegli anche durante la notte, migliorava la concentrazione.

pianta del tè

A queste ottime proprietà, le ricerche di molte università e di illustri istituti, hanno oggi aggiunto delle altre importanti caratteristiche della pianta che la rendono quasi indispensabile.

la principale caratteristica sta nella grande concentrazione di polifenoli che la rendono una pianta dal grande potere antiossidante: i flavonoidi infatti sarebbero in grado di aiutare il nostro naturale processo di rinnovamento dei tessuti in tutto il corpo. Questo darebbe alla pianta un potere di prevenzione nei confronti di malattie tumorali ma anche di altre malattie come l’osteoporosi. E’ stato infatti osservato che negli anziani che fanno uso di tè anche 2 o 3 volte al giorno per periodi prolungati, la decalcificazione avviene più lentamente anzi il processo di rinnovamento cellulare delle ossa si fortifica. In questo caso si parla di tè verde, ricco di polifenoli grazie al fatto che le foglie raccolte sono quelle più giovani e le ultime del ramo, fino alla quarta, insieme ai germogli.

Un’altra proprietà del sarebbe quella digestiva, antibatterica e disinfettante. Altri studi avrebbero infatti provato che il consumo del tè protegge dalla carie e dalle infiammazioni del cavo orale e preverrebbe il fastidioso e uggioso problema dell’alitosi (alito cattivo). Infatti chi consuma té sarebbe più protetto da disturbi ai denti e avrebbe una migliore digestione.

Infine, ricordiamo il potere anti-tumorale del tè e la sua capacità di prevenire le malattie cardiovascolari. Il fatto che il tè contena polifenoli e molta Vitamina E, infatti, lo rende, specialmente il tè nero e il tè verde, un grande alleato della salute: favorisce l’assorbimento del colesterolo nel sangue e impedisce il formarsi di grumi nelle vie di circolazione. Inoltre, tre la caratteristiche, ricordiamo il grande apporto nella prevenzione del morbo di Alzheimer e in quello di Parkinson, perché il tè aiuta a proteggere le cellule del sistema nervoso e del cervello in particolare, unita ad una potente azione contro l’ipertensione.

Il tè come rimedio e come precauzioneultima modifica: 2016-01-18T19:36:08+00:00da tecaldi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation